Il piede e l'orma 2

JEAN TARROU

o la santità senza dio

Non che i sorci siano mai mancati,

sia godendo ottima salute

e sia - ogni tanto - schiattando sulla strada.

Non che la peste sia mai mancata.

Coi suoi appestati, corrotti dal contagio

e i corruttori che veicolano il contagio.

Con la gran massa dei portatori sani del morbo

che il contagio lo attendono.

Con la sirena della locomotiva

che chiama inascoltata alla partenza,

le giaculatorie delle confraternite ed i cori dei petenti.

Coi gala di nani, ballerine e mangiafuoco

che danzano la macabra sulla tavola imbandita.

E gli hugonotti che arraffano gli avanzi.

Il morbo ruba la vita, i sogni ed il futuro.

E se il morbo infuria, il pane manca

e gli affamati salgono sui tetti a riveder le stelle.

La fossa comune s’allarga a dismisura e il pifferaio coi rialzi

vi troneggia sui sorci, gli ammorbanti e gli ammorbati.

E se a destra un piffero suona a sinistra risponde una squillo:

l’allargar le gambe è solo questione di prezzo

e per chinar la schiena è sufficiente un’aggiunta,

che il deretano è comunque degli altri.

 

La peste, un giorno, forse parrà svanire

indifferente

come il giorno scureggiante ad occidente

degli affanni, dei sogni e dei bisogni;

indifferente

d’ogni traccia sanguinante di rivolta.

Ma cosa importa?

Il qui ed ora hanno un senso e un verso

e la meta all’orizzonte è indifferente.

Conta solo il non essere ammorbati,

né in buona fede, né per un buon fine,

che di buoni fini sono piene le fosse.

Conta solo ribellarsi alla peste.

Conta solo curare gli ammalati

e, più modesti, senza dio,

scoprir la santità.

 

 

Annales pestilentiae

 

1989

20 febbraio – al terzo processo per la strage di piazza Fontana, condannate le vittime mandando tutti assolti gli imputati.

10 marzo – all'appello per la strage di piazza della Loggia, condannate le vittime mandando tutti assolti gli imputati.

9 marzo – mons. Paul Marcinkus lascia indisturbato lo IOR dopo di 18 anni passati a sacrificare sull'altare degli affari.

aprile - l'Editoriale L'Espresso passa alla Mondadori di De Benedetti che così controlla anche La Repubblica.

19 aprile - il governo De Mita, dopo aver introdotto i ticket sanitari, si dimette.

giungo - si costituisce, dopo sette anni di latitanza in Brasile, Umberto Ortolani, collaboratore di Licio Gelli.

22 giugno - fallito un attentato al giudice Giovanni Falcone, oggetto nei mesi successivi delle lettere del “Corvo”.

24 agosto – Villa Literno, aggrediti i lavoratori africani addetti alla raccolta dei pomodori, viene ucciso Jerry Masslo.

9 novembre – Berlino “la scimmia ballava la polka sopra il muro e gli abbiamo visto tutti il culo”.

12 novembre – Bologna, Occhetto annuncia che il PCI cambierà nome, simbolo e programma politico

1 dicembre - rottura del patto tra la famiglia Formenton e De Benedetti. la Mondadori è sotto il controllo di Berlusconi.

4 dicembre - decisa la costituzione della Lega Nord.

30 dicembre - approvato il decreto Martelli, prima pietra della futura legislazione in ”onore” degli immigrati.

 

1990

10 marzo – Bologna, al congresso della Bolognina, il PCI si avvia a divenire il Partito Democratico della Sinistra

7 aprile – in Italia viene sancita la piena liberalizzazione dei movimenti di capitale.

17 maggio - l'Organizzazione Mondiale della Sanità elimina la voce omosessualità dalla lista delle malattie mentali.

3 giugno - sulla caccia e sui pesticidi le lobbies venatorie e l'industria chimica vincono con l'astensione.

19 giungo - viene approvata la convenzione di Schengen, che l'Italia firmerà il 27 novembre di quello stesso anno.

2 agosto - l'Iraq di Saddam Hussein invade il Kuwait

8 agosto George H. W. Bush (il padre) avvia l'operazione Desert Storm, ovvero la prima Guerra del Golfo.

14 agosto - il governo italiano decide di inviare nel Golfo alcune unità in appoggio a quelle della marina statunitense

20 settembre - la Commissione parlamentare d'inchiesta sulla strage di Ustica accusa le autorità militari e gli organismi politici di avere ostacolato e depistato le indagini.

23 ottobre - Andreotti trasmette alla Commissione stragi i documenti relativi all'Organizzazione Gladio.

11 dicembre – si conclude il maxiprocesso d'appello contro la mafia: confermati 12 ergastoli e 258 condanne.

 

1991

16 gennaio - nasce l'informazione Fininvest con la messa in onda di Studio Aperto, diretto da Emilio Fede

17 gennaio - inizia l'attacco alleato all'Iraq e per la prima volta fa la sua comparsa in Italia il movimento per la pace.

7 febbraio – Puglia, sbarcano 15.000 profughi albanesi

8 febbraio – si costituisce formalmente la Lega nord.

17 febbraio - il Parlamento approva la partecipazione italiana alla Guerra del Golfo

5 marzo - la I sezione della Corte di Cassazione, presieduta da Corrado Carnevale, annulla la condanna all'ergastolo nei confronti di Pippo Calò e Guido Cercola per la strage del treno rapido 904 del 1984

28 marzo - Abbatangelo, deputato del MSI, è condannato all'ergastolo per aver fornito l'esplosivo di quella strage.

29 aprile - lo scontro tra Berlusconi e De Benedetti per la Mondadori si conclude con il cosiddetto lodo Mondadori.

Giugno - passa il referendum sull'abolizione delle preferenze multiple per l’elezione dei parlamentari

6 agosto – Bari, sbarca il mercantile Vlora carico di 12.000 profughi albanesi.

23 agosto - è approvata la legge Mammì sull'emittenza televisiva

31 ottobre - il CSM limita la competenza della I sezione presieduta da Corrado Carnevale

14 novembre - il presidente Cossiga minaccia il CSM perché modifichi l'ordine del giorno del 20 novembre.

6 dicembre - il PDS presenta la richiesta di messa in stato d'accusa del presidente della Repubblica Francesco Cossiga per attentato alla Costituzione; il MSI organizza manifestazioni a sostegno del presidente.

 

1992

29 gennaio - la commissione parlamentare stragi definisce Gladio illegittima e coinvolta nella strategia della tensione.

2 febbraio - Cossiga scioglie anticipatamente le Camere e non firma la legge di riforma dell'obiezione di coscienza

7 febbraio – Maastricht, i 12 stati della CEE firmano il Trattato sull'Unione Europea, ovvero il Trattato di Maastricht

17 febbraio – il socialista Mario Chiesa viene arrestato dopo aver ricevuto una tangente di 7 milioni di lire.

24 aprile - si dimette il settimo governo Andreotti ed il giorno dopo Cossiga annuncia le sue dimissioni.

2 maggio - a Carlo Tognoli e Paolo Pillitteri, ex sindaci di Milano, sono recapitati avvisi di garanzia.

10 maggio - l'avviso di garanzia arriva a Severino Citaristi, tesoriere nazionale della DC.

26 maggio - Oscar Luigi Scalfaro diviene Presidente della Repubblica italiana

28 giugno - Giuliano Amato forma il nuovo governo

9 luglio - il governo Amato stabilisce il prelievo forzoso sui conti correnti bancari del 6 per mille da ogni deposito.

11 luglio - sempre questo governo decide la privatizzazione di quattro enti statali: ENI, IRI, INA ed ENEL

31 luglio - con un accordo tra Confindustria e CGIL, CISL e UIL viene soppressa la Scala mobile a partire dal 1993.

12 agosto - l'ente Ferrovie dello Stato viene trasformato dal governo Amato in società per azioni

13 agosto – sempre il governo Amato rilascia le concessioni governative per trasmissioni alle reti televisive.

22 settembre - il giudice Corrado Carnevale viene posto sotto inchiesta dal Consiglio Superiore della Magistratura

31 ottobre - la Chiesa cattolica riabilita Galileo Galilei, condannato nel 1633

9 novembre - partecipano 70.000 persone alla manifestazione contro il razzismo

15 dicembre - primo avviso di garanzia al segretario del PSI Bettino Craxi.

 

1993

15 gennaio – Totò Riina, il capo di Cosa Nostra, viene arrestato. Era latitante da ben 23 anni

28 gennaio - la Camera approvava la riforma dell'elezione diretta dei sindaci e dei presidenti delle province

10 febbraio - avviso di garanzia a Martelli per concorso in bancarotta fraudolenta nel crack del Banco Ambrosiano

11 febbraio - dopo sedici anni e mezzo al vertice del P.S.I., Bettino Craxi, pluri-indagato si dimette.

13 febbraio - avviso di garanzia a Gabriele Cagliari, presidente dell'ENI.

1 marzo – Roma, viene arrestato Primo Greganti, funzionario del PCI-PDS, per tangenti

8 marzo - a San Patrignano sono arrestati in 7 per omicidio e occultamento del cadavere di Roberto Maranzano

27 marzo - la Procura di Palermo invia un avviso di garanzia a Giulio Andreotti per concorso in associazione mafiosa

28 marzo - l'avviso di garanzia arriva a Antonio Gava e Paolo Cirino Pomicino per concorso in associazione mafiosa

29 marzo – l'avviso di garanzia arriva al giudice Carnevale per concorso in associazione mafiosa.

2 aprile - viene abolito l'intervento pubblico straordinario nel Mezzogiorno

5 aprile - nuovo avviso di garanzia a Giulio Andreotti e primo avviso per Arnaldo Forlani per ricettazione.

6 aprile - la Commissione parlamentare antimafia parla di rapporti tra criminalità organizzata e potere politico.

18 aprile – una schiacciante maggioranza abroga la quota proporzionale al Senato.

24 aprile - il giudice Corrado Carnevale viene sospeso dal C.S.M. dal suo incarico in Cassazione e dallo stipendio.

26 aprile - Carlo Azeglio Ciampi, governatore della Banca d'Italia, riceve l'incarico di formare il nuovo governo,.

29 aprile - la Camera non concede l'autorizzazione a procedere nei confronti di Craxi, Proteste in tutta Italia.

4 maggio - Antonio Fazio diviene il nuovo governatore della Banca d'Italia

13 maggio - il Senato concede l'autorizzazione a procedere nei confronti di Giulio Andreotti.

14 maggio – autobomba nel quartiere Parioli, al passaggio dell'auto di Costanzo e De Filippi, si contano 23 feriti.

25 maggio - Giulio Andreotti è coinvolto nell'inchiesta sull'omicidio Pecorelli.

27 maggio – un'autobomba esplode nei pressi della Galleria degli Uffizi: il bilancio è di 5 morti e 30 feriti

15 giugno - la rivista Epoca pubblica le foto di maltrattamenti italiani ai danni di prigionieri somali.

20 giugno - Marco Formentini della Lega Nord è il nuovo sindaco di Milano

26 giugno - Maurizio Broccoletti, ex direttore amministrativo del SISDE, viene arrestato con l'accusa di peculato.

5 luglio - arriva un avviso di garanzia all'ex ministro della Sanità De Lorenzo per tangenti di aziende farmaceutiche

26 luglio - la Democrazia Cristiana decide il suo formale scioglimento per dare vita al Partito Popolare Italiano

4 agosto - il Parlamento approva la nuova legge elettorale a vocazione maggioritaria.

20 settembre – viene arrestato in Svizzera Poggiolini, ex direttore del Servizio farmaceutico nazionale. Lui e la moglie nascondevano le tangenti nell'imbottitura del salotto.

23 settembre – viene concessa l'autorizzazione a procedere per Francesco De Lorenzo e Antonio Gava.

18 ottobre - si svolge un corteo di 100.000 lavoratori autonomi contro la minimum tax

31 ottobre – Roma, fallisce un attentato allo stadio Olimpico.

1 novembre - nasce l'Unione Europea con l'entrata in vigore del Trattato di Maastricht.

15 novembre - il parlamento riforma l'istituto dell'immunità parlamentare

23 novembre - Silvio Berlusconi fa la sua prima dichiarazione politica pubblica: se fosse chiamato a votare per il sindaco di Roma tra Rutelli e Fini, allora segretario del Movimento Sociale Italiano, sceglierebbe quest'ultimo.

 

1994

11 gennaio - Indro Montanelli, lasciato Il Giornale per dissidi politici con Berlusconi, fonda La Voce

13 gennaio - dimessosi il governo Ciampi, il presidente Scalfaro scioglie le Camere

18 gennaio – viene fatto l'accordo elettorale tra Patto Segni e PPI per la presentazione di candidati comuni.

21 febbraio - FIAT e CGIL, CISL e UIL siglano un loro accordo per 16.500 operai considerati in esubero dall’azienda

9 marzo – Marcello Dell'Utri è arrestato su richiesta della Procura di Milano,

28 marzo - alle elezioni politiche: alla Camera, FI, AN e Lega conquistavano 366 seggi su 630.

28 aprile - Sergio Cusani, giudicato colpevole, è condannato a 8 anni di reclusione al processo Enimont

10 maggio - viene formato il primo governo Berlusconi e in Sudadrica Nelson Mandela viene eletto presidente

21 maggio – la Procura di Palermo chiede il rinvio a giudizio di Giulio Andreotti per concorso in associazione mafiosa

12 giugno – Forza Italia vince le elezione europee

13 giungo - Achille Occhetto si dimette da segretario del PDS. Viene eletto nuovo segretario Massimo D'Alema

13 luglio - Berlusconi vara il concordato fiscale, gli evasori possono chiudere i contenziosi beneficiando di sconti.

29 luglio – Craxi, Martelli, Larini e Gelli sono condannati per una tangente del Banco ambrosiano al PSI del 1981.

28 settembre - con un decreto il ministro Dini sospende i pensionamenti d' anzianità. Poi, con la Finanziaria, varerà i tagli sui pensionamenti anticipati ma il 12 novembre a Roma saranno un milione a marciare contro l'attacco alle pensioni e la legge finanziaria del governo Berlusconi che farà un passo in dietro in attesa di tempi migliori.

13 novembre - il quarantasettesimo congresso del PSI decide lo scioglimento del partito

20 novembre - Vincenzo Muccioli è condannato a 8 mesi di reclusione per favoreggiamento nell'omicidio Maranzano

22 novembre - sono identificati i componenti della Banda della Uno bianca: sono poliziotti guidati dai fratelli Savi. A Napoli, Silvio Berlusconi è raggiunto dall'avviso di Garanzia per corruzione della Procura di Milano mentre coordina il lavori della Conferenza mondiale delle Nazioni Unite sulla criminalità organizzata,

14 dicembre - la Camera approva con il voto della Lega una commissione sul riordino del sistema televisivo: Berlusconi chiede una verifica parlamentare e il 17 dicembre tre mozioni di sfiducia aprono la crisi di governo. Berlusconi a proposito dell'ex alleato Bossi dichiarerà a La Repubblica “Bossi, un disastro, una mente contorta e dissociata, un incidente della democrazia italiana, uno sfasciacarrozze con il quale non mi siederò mai più allo stesso tavolo.” Dichiarerà ancora: “Bossi è un Giuda, traditore, ladro con scasso di voti, ricettatore, truffatore, doppia, tripla, quadrupla personalità. Un pataccaro”. E ancora: “Quando Bossi parla di peronismo io credo che si riferisca alla birra Peroni che è l'unico peronismo che conosce”.

22 dicembre - si dimette il primo governo Berlusconi.

 

1995

25 gennaio – Fiuggi, Gianfranco Fini scioglie il MSI-DN e apre il congresso di fondazione di Alleanza Nazionale

8 agosto - il governo Dini emana, con il consenso di CGIL, CISL e UIL, la riforma delle pensioni che l'anno prima, il ministro Dini nel governo Berlusconi, aveva dovuto ritirare (1.000.000 in piazza) benché fosse molto meno invasiva.

18 novembre - il governo Dini pubblica il decreto 489, prima norma organica contro gli extracomunitari irregolari

13 dicembre - Romano Prodi e Walter Veltroni presentano il simbolo della coalizione, nasce L'Ulivo

 

1996

17 aprile – Berlusconi dichiara: “Siamo sicuri che, se l'Ulivo vince, il 21 aprile avremo ancora la possibilità di elezioni veramente libere? Io non rispondo, fatevi voi questa domanda”.

21 aprile - vince la coalizione dell'Ulivo guidata da Romano Prodi. Il primo e solo obiettivo del governo Prodi diviene l'ingresso dell'Italia nell'Euro con il primo gruppo di paesi. Per ottenere questo obiettivo viene varata una manovra finanziaria “lacrime e sangue” senza precedenti (drastico taglio della spesa pubblica e un eccezionale prelievo fiscale) con la promessa di una “fase due” da avviarsi ottenuto l'obiettivo.

15 settembre - Venezia, il leader della Lega Nord Umberto Bossi dichiara l'indipendenza della Padania.

 

1997

16 gennaio – Milano, i “cobas del latte” assediano con i trattori la città.

28 febbraio - il governo Prodi pubblica il cosiddetto “Pacchetto Treu”, prima norma organica di precarizzazione.

6 marzo - viene pubblicata la Turco Napolitano, ovvero un salto di qualità nella repressione dei “clandestini”

9 maggio - Venezia, un gruppo di nostalgici della Serenissima Repubblica di Venezia dirottano un vaporetto e, giunti in Piazza San Marco, occupano per breve tempo il campanile di San Marco.

2 ottobre - i 15 stati dell'Unione Europea firmano il Trattato di Amsterdam.

26 ottobre - anche per l'Italia entrano in vigore gli Accordi di Schengen.

11 dicembre - Kyōto, viene redatto il Protocollo omonimo

 

1998

1 maggio – Bruxelles, l'Ecofin approva la lista dei paesi dell'Euro, che comprendeva l'Italia.

21 agosto - Napoli, un avviso di garanzia per associazione a delinquere è consegnato al cardinale Michele Giordano

6 ottobre - Rifondazione Comunista ritira l'appoggio al governo di Romano Prodi su una manovra economica in cui non c'è alcuna traccia della promessa “fase due” (Il PRC chiede almeno una legge sulle 35 ore). Il governo cade per un voto

21 ottobre - Massimo D'Alema forma un nuovo governo di centro-sinistra con il gruppo di Francesco Cossiga.

 

1999

1 gennaio - nasce ufficialmente l'Euro, la nuova moneta europea. Il cambio è fissato in 1.936,27 lire

20 gennaio - il governo D'Alema vara la prima parte della riforma scolastica della scuola secondaria superiore italiana.

18 febbraio - Brescia, Antonio Di Pietro è prosciolto dall'accusa di corruzione.

15 marzo - la Commissione Europea presieduta da Jacques Santer si dimette dopo le accuse di corruzione.

24 marzo – Jugoslavia, hanno inizio i bombardamenti da parte delle forze NATO (operazione Allied Force) .

"Vorrei ricordare che quanto a impegno nelle operazioni militari noi siamo stati, nei 78 giorni del conflitto, il terzo Paese, dopo gli USA e la Francia, e prima della Gran Bretagna. In quanto ai tedeschi, hanno fatto molta politica ma il loro sforzo militare non è paragonabile al nostro: parlo non solo delle basi che ovviamente abbiamo messo a disposizione, ma anche dei nostri 52 aerei, delle nostre navi. L'Italia si trovava veramente in prima linea.” (On. Massimo D'Alema)

8 aprile - la Camera non concede l'autorizzazione a procedere contro Dell'Utri, accusato di associazione mafiosa

1 maggio - entra in vigore del Trattato di Amsterdam

14 maggio - l'ex governatore della Banca d'Italia è eletto presidente della Repubblica alla prima votazione.

20 maggio – Roma, le Brigate Rosse uccidono il consulente del ministero del lavoro Massimo D'Antona

27 giugno – Bologna, dopo 50 anni la sinistra perde le elezioni: il nuovo sindaco è il macellaio Giorgio Guazzaloca.

15 novembre - Previti, Squillante e Rovelli sono rinviati a giudizio per concorso in corruzione in atti giudiziari.

30 novembre – si svolgono imponenti manifestazioni contro l'O.M.C.: è il "popolo di Seattle"

 

2000

18 febbraio - il Senato della Repubblica approva la legge sulla par condicio.

14 marzo - la FIAT annuncia di aver stretto un'alleanza con la General Motors.

26 giugno - il Vaticano divulga il testo del terzo segreto di Fatima

8 luglio - a Roma si svolge il Gay Pride.

28 luglio - l'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato accerta la costituzione di un cartello delle assicurazioni.

19 agosto - Papa Giovanni Paolo II in occasione del Giubileo incontra nell'area di Tor Vergata un milione di giovani.

14 settembre - va in onda su Canale 5 la prima puntata del nuovo reality show Il Grande Fratello.

7 novembre - benché i voti popolari siano a favore di Al Gore, i voti elettorali danno la vittoria a George W. Bush jr.

9 novembre - Francesco Storace, presidente della Regione Lazio, annuncia l'istituzione di una commissione per esaminare i libri scolastici, da lui giudicati troppo marxisti.

 

2001

4 gennaio - viene aperta l'inchiesta sui decessi di alcuni soldati, si sospetta causati dall'uso di armi all'uranio impoverito.

9 gennaio - il Ministro della Sanità annuncia la limitazione del congelamento di nuovi embrioni ad uso scientifico.

14 marzo - Daniele Luttazzi intervista Marco Travaglio a Satyricon. Il 16 marzo - si registra un duro scontro fra Silvio Berlusconi e Michele Santoro al telefono, durante Il raggio verde dedicato al caso Satyricon. Il programma di Luttazzi viene sospeso per una settimana per concedere il diritto di replica a Berlusconi e Dell'Utri che però rifiutano. Fini annuncia che, vinte le elezioni, la Casa delle Libertà farà «Piazza pulita alla RAI»

17 marzo – Napoli, si chiude il Global Forum dell'OCSE con una durissima repressione delle contestazioni di piazza ordinata dal governo di centro-sinistra e condotta da tutte le forze di Polizia (Celere, carabinieri, guardia di finanza)

25 marzo - Indro Montanelli viene minacciato di morte. Enzo Biagi lo intervista ma l'intervista viene censurata dal direttore di RAI 1 Maurizio Beretta

13 maggio - alle elezioni politiche e amministrative vince la Casa delle Libertà.

18 maggio - a due anni dall'ultimo sciopero generale della categoria, i metalmeccanici manifestavano in tutta Italia.

21 giugno - esce la classifica 2001 delle persone più ricche del mondo. Silvio Berlusconi, con 10,3 miliardi di dollari, è il più ricco degli italiani e il 29º nella classifica mondiale. Quello stesso giorno il governo Berlusconi ottiene la fiducia.

4 luglio - le bollette italiane della luce e del gas risultano essere tra le più care d'Europa.

20 luglio - si apre a Genova il vertice G7-G8. Negli incidenti muore Carlo Giuliani e si contano 180 feriti ufficiali.

La sera, nella zona del porto dove sono acquartierate le forze dell'ordine, si festeggia ritmando “Uno di meno!”

A Bolzaneto i fermati vengono insultati e torturati. I seviziatori ricevono la visita in loco del Guardasigilli Castelli.

21 luglio - il corteo di trecentomila persone viene caricato da terra, da cielo e dal mare e solo per un miracolo non si contano altri morti. Quella notte decine di “uomini” delle forze dell'ordine, irrompono nella scuola Diaz dove massacrano selvaggiamente chi dorme (compresi i giornalisti stranieri). La spedizione è ordinata e diretta dai vertici della Polizia e quantomeno coperta dal Capo stesso della Polizia De Gennaro.

11 settembre – è il giorno dell'attentato alle “torri gemelle” e al Pentagono.

17 settembre - Bush afferma che gli americani vogliono bin Laden vivo o morto. Sempre quel giorno, dopo quattro di chiusura per lutto riapre la Borsa di Wall Street.

7 ottobre - il primo referendum costituzionale della storia repubblicana approva le "Modifiche al Titolo V della Parte II della Costituzione. Intanto in Afghanistan gli Stati Uniti cominciano l'operazione "Libertà duratura".

9 ottobre - le due Camere approvano mozioni per il sostegno agli Stati Uniti nell'attacco all'Afghanistan

26 ottobre - il ministro delle Comunicazioni Gasparri annulla la cessione del 49% della consociata Raiway (che controlla gli impianti di trasmissione RAI) all'americana Crown Castle. La RAI perde un incasso netto di 800 miliardi.

18 novembre - salpano da Taranto per l'Oceano Indiano le prime 4 navi italiane.

 

2002

1 gennaio - entra legalmente in circolazione l'Euro.

12 gennaio - Francesco Saverio Borrelli, inaugura l'anno giudiziario con l'invito a «resistere, resistere, resistere»

15 gennaio – arriva a Bagram in Afghanistan il primo gruppo di soldati del contingente italiano.

20 gennaio - i processi IMI-SIR (Cesare Previti) e Lodo Mondadori (imputato Silvio Berlusconi) vengono unificati

24 gennaio - diecimila fiorentini sono in piazza contro il governo al seguito dei professori Ginsborg e Pardi

13 febbraio - Fini e Casini bloccano le nomine RAI fatte da Pera. Nel nuovo Cda non ci sono uomini di AN

18 febbraio - le proposte del governo sull'articolo 18 provocavano una rottura tra CGIL, CISL e UIL. La CGIL proclama uno sciopero generale di otto ore per il 5 aprile e decide per il 23 marzo una manifestazione nazionale a Roma

10 marzo - si svolgono girotondi intorno alle sedi RAI. Nanni Moretti invita i consiglieri ulivisti a dimettersi.

14 marzo - il governo approva la modifica dell'articolo 18 dello Statuto dei lavoratori

19 marzo – Bologna, viene assassinato dalle Brigate Rosse, il consulente del ministero del Lavoro Marco Biagi

22 marzo - il sottosegretario alla Cultura Vittorio Sgarbi, invitato al Salone del Libro di Parigi, è contestato da giovani italiani e francesi e snobbato dal ministro della Cultura, Catherine Tasca. Il Governo italiano ritira la sua delegazione.

23 marzo – Roma, si svolge la manifestazione in difesa dell'articolo 18. Tre milioni sono i partecipanti.

11 aprile - Gaetano Badalamenti viene condannato all'ergastolo per l'omicidio di Peppino Impastato

16 aprile - è la giornata dello Sciopero generale nazionale di 8 ore

18 aprile - a Sofia Berlusconi emana il suo editto “Ho già avuto modo di dire che Santoro, Biagi e Luttazzi, hanno fatto un uso della televisione pubblica, pagata con i soldi di tutti, criminoso: credo sia un preciso dovere della nuova dirigenza Rai di non permettere più che questo avvenga”. La dirigenza RAI ubbidirà.

14 maggio - la FIAT annuncia perdite per oltre 500 milioni e un piano di esuberi e cassa integrazione

21 maggio - il cardinale di Napoli, Michele Giordano, viene condannato a 4 mesi di arresto per abuso edilizio. La Procura della Repubblica di Genova emette 48 avvisi di garanzia contro poliziotti per le violenze alla scuola Diaz

5 luglio - Confindustria e sindacali, esclusa la CGIL, firmano il cosiddetto "Patto per l'Italia".

15 luglio - l'euro riaggancia la parità con il dollaro e la supera.

16 luglio - viene approvata la legge che consente il ritorno dei Savoia e, il Senato approvava la legge Bossi-Fini.

20 luglio - il “popolo di Genova” torna sulle strade della città.

21 luglio - a New York, il colosso delle telecomunicazioni Worldcom annunciava la richiesta di bancarotta

30 luglio - dopo gli scandali Enron e Worldcom, George W. Bush firma la "legge anti mele marce".

1 agosto - il Parlamento vara la legge sul legittimo sospetto (detta «Cirami»).

12 agosto - le associazioni dei consumatori contestano i dati Istat sull'inflazione che è molto più alta dell'ufficiale.

2 settembre – Silvio Berlusconi a Radio Radicale dichiara: “No, non ho parlato di pena di morte con i leader cinesi. D'altra parte bisogna pensare al rapporto col numero degli abitanti. I cinesi sono talmente tanti”.

6 ottobre - Josemarìa Escrivà de Balaguer, fondatore dell'Opus Dei, viene proclamato santo.

15 ottobre - la General Motors azzera il valore della sua partecipazione in FIAT Auto.

30 ottobre - la Corte di Cassazione annulla senza rinvio la condanna del giudice Corrado Carnevale.

9 novembre – Firenze, sono un milione a partecipare alla manifestazione conclusiva del Social forum europeo

13 novembre - l'Iraq accetta la Risoluzione ONU 1441 due giorni prima della scadenza dell'ultimatum

18 novembre - Giulio Andreotti è condannato a 24 anni di carcere al processo Pecorelli. I suoi legali faranno appello

 

2003

9 gennaio - gli ispettori dell'ONU non hanno trovato prove che Baghdad possieda armi di distruzione di massa.

11 gennaio – atterra a Kabul il primo scaglione del contingente militare italiano.

24 gennaio - si chiudono a Porto Alegre i lavori del Forum Sociale Mondiale. Nel documento conclusivo si chiede il rigetto del principio della guerra preventiva e l'utilizzazione di un 'veto per la pace'

28 gennaio - George W. Bush rivela che i servizi segreti britannici hanno ricevuto da quelli francesi alcuni documenti che proverebbero il tentato acquisto da parte di Saddam Hussein di uranio impoverito dal Niger. Nel 2005 tali documenti si riveleranno dei falsi, preparati con la complicità di elementi dei servizi segreti italiani.

29 gennaio - via libera del governo all'utilizzo delle basi in vista di un eventuale attacco all'Iraq

13 febbraio - Silvio Berlusconi è fuori nell'inchiesta sui fondi neri Fininvest per prescrizione del reato.

14 febbraio - viene pubblicata la legge Biagi

15 febbraio - si tengono manifestazioni per la pace in diverse capitali europee. Due giorni dopo, a Milano, viene rapito l'imam egiziano Abu Omar ad opera di 22 agenti della CIA

5 marzo - Francia, Germania e Russia non sosterranno una risoluzione che autorizzi il ricorso alla forza contro l'Iraq

7 marzo - Usa, Gran Bretagna e Spagna pongono un ultimatum di 10 giorni a Saddam Hussein. Che lo respingerà.

15 marzo - i Savoia rientrano in Italia ed il 18 Lucia Annunziata è eletta presidente della RAI.

20 marzo - alle 3:55 del mattino cominciano i bombardamenti su Baghdad le forze anglo-americane entrano in Iraq.

28 marzo - viene pubblicata la legge Moratti.

9 aprile - le truppe Usa entrano a Baghdad.

29 aprile - al processo IMI-SIR Cesare Previti è condannato in primo grado a 11 anni per corruzione in atti giudiziari.

1 maggio - George W. Bush dichiara che i combattimenti in Iraq sono finiti e che la coalizione ha vinto. Berlusconi afferma: “La fine della guerra è una sconfitta per i pacifisti”.

I2 maggio - la Corte di Appello di Palermo conferma l' assoluzione di Giulio Andreotti dal reato di associazione mafiosa dopo il 1991 e dichiara la prescrizione per i fatti precedenti.

4 maggio - viene "commissariato" il santuario di Padre Pio. Il "tesoro" del frate di Pietrelcina sarà gestito dal Vaticano.

5 maggio - al carabiniere Mario Placanica, per l'uccisione di Carlo Giuliani viene riconosciuta la legittima difesa.

16 maggio - al Processo Sme viene stralciata la posizione di Berlusconi

21 maggio - un gruppo di obbligazionisti presenta al Tribunale di Roma un'istanza di fallimento su Cirio Finanziaria.

22 maggio - il Consiglio di Sicurezza ONU autorizza Usa e Inghilterra a governare l'Iraq come potenze occupanti.

17 giugno – in Tribunale a Milano, nelle dichiarazioni spontanee Berlusconi dice: “ Sì è vero, la legge è uguale per tutti, ma per me è più uguale che per gli altri perché mi ha votato la maggioranza degli italiani”.

18 giugno - viene approvato il lodo Schifani, la legge sull'immunità per le cinque cariche istituzionali più alte.

2 luglio - una battuta del premier Silvio Berlusconi, in un intervento al Parlamento europeo, rivolta all'europarlamentare Martin Schulz della SPD tedesca “La vedrei bene nel ruolo di kapò”, scatena forti polemiche.

14 luglio - l'economia nazionale è ferma: la produzione industriale tocca il livello più basso dall'agosto 1996

16 luglio - il gruppo britannico "Bat" ha comprato l'Ente Tabacchi per 2,3 miliardi di euro

29 luglio - la Svizzera concede l'estradizione di Igor Marini, arrestato per l'affare Telekom Serbia

1 agosto - la Camera approva l'"indultino" del quale dovrebbero beneficiare circa 9.000 detenuti

6 agosto - scoppia il caso Telekom-Serbia e i giudici milanesi motivavano la condanna di Previti sul caso Imi-Sir/Lodo Mondadori. Parlano di "corruzione gigantesca", Spiegano che "è il caso più grave della storia d'Italia"

11 agosto - Afghanistan, la NATO assume ufficialmente il comando della forza di pace Isaf sotto mandato ONU.

26 agosto - il governo propone un aumento dello stipendio del 32,7% a chi decide di rinviare la pensione

14 settembre - Cancun (Messico), fallisce il vertice dell'Organizzazione Mondiale del Commercio.

3 ottobre - il governo vara la riforma delle pensioni.

7 ottobre - il vice presidente del Consiglio Gianfranco Fini propone il voto amministrativo per gli immigrati regolari

24 ottobre - si svolge in tutta Italia uno sciopero generale di quattro ore contro la riforma del sistema previdenziale

25 ottobre - il Ministero del Tesoro vende il 6,6% delle proprie azioni ENEL per un valore di 2,16 miliardi di euro.

6 novembre - la Consob chiede chiarimenti sulle obbligazioni emesse da Parmalat; nei giorni successivi spunta la questione del fondo Epicurum. In Borsa i titoli precipitano e migliaia di risparmiatori vedono svanire i loro risparmi

26 novembre - durante la visita di stato a Gerusalemme Fini definisce il fascismo male assoluto.

11 dicembre - la legge sulla fecondazione assistita viene approvata dal parlamento mentre in Francia la Commissione per la laicità vieta l'ostentazione dei simboli religiosi in tutto il Paese

14 dicembre – viene catturato Saddam Hussein ad Al Daur, una località vicina a Tikrit, la sua città natale

15 dicembre - Calisto Tanzi, titolare della Parmalat, si dimette da tutte le cariche societarie. Dieci giorni dopo è indagato dalla Procura di Milano. Ancora due giorni e viene fermato a Milano e condotto a San Vittore.

27dicembre - Bologna, un libro-bomba esplode, senza conseguenze, nell'abitazione di Romano Prodi

 

2004

11 febbraio - sono arrestati Sergio Cragnotti, ex patron della Cirio, e i due figli per il crack del colosso alimentare

20 marzo - 100 milioni di persone scendono in piazza in tutto il mondo contro la guerra, almeno un milione a Roma.

13 aprile- Iraq, vengono rapiti quattro contractor italiani.

28 aprile - scoppia lo scandalo della prigione di Abu Ghraib con la diffusione delle immagini delle violenze ai detenuti

6 luglio - il tal Zampolini riceve da Anemone 900 mila Euro in contanti e li versa su un conto della Deutsche Bank di Roma, l’agenzia 582, immediatamente dopo la banca gli emette 80 assegni circolari dell’importo complessivo di 900 mila Euro che vengono indirizzati all’ordine delle sorelle Barbara e Beatrice Papa per l’acquisto, nell’interesse di Claudio Scajola, di un mezzanino con vista sul Colosseo. Il povero esponente berlusconiano è allo scuro di tutto.

29 luglio - dopo 143 anni di coscrizione, il parlamento approva l'abolizione del servizio militare obbligatorio

7 settembre - vengono rapite due volontarie italiane a Bagdad. Sono Simona Pari e Simona Torretta.

4 novembre - Francia, Yasser Arafat, viene dichiarato clinicamente morto.

10 dicembre - dopo cinque anni di udienze, assoluzione per prescrizione per Silvio Berlusconi al Processo SME,

22 dicembre - in Italia vengono scoperti 6800 evasori totali

 

2005

12 gennaio - l'Europarlamento di Strasburgo approva la Costituzione europea.

4 febbraio – Iraq, viene rapita la giornalista de il manifesto Giuliana Sgrena

16 febbraio - entra in vigore il protocollo di Kyoto. Vi aderiscono 141 Paesi, esclusi gli USA.

4 marzo - dopo aver liberato Giuliana Sgrena, viene ucciso a Baghdad da "fuoco amico" statunitense il funzionario del SISMI Nicola Calipari. Il soldato USA Mario Lozano ha scaricato 58 colpi contro l'auto che li trasporta.

2 aprile - dopo due giorni di agonia, muore papa Giovanni Paolo II.

3 - 4 aprile - le elezioni regionali sanciscono la netta sconfitta della maggioranza di Silvio Berlusconi.

19 aprile - è eletto papa il cardinale tedesco Joseph Ratzinger. Il nome che sceglie è Benedetto XVI.

28 aprile - Silvio Berlusconi ottiene dal Senato la fiducia per il suo terzo governo.

3 maggio - la Cassazione assolve Zorzi, Maggi e Rognoni per la strage di Piazza Fontana.

16 maggio – Kabul, viene rapita l'operatrice umanitaria italiana Clementina Cantoni. Verrà rilasciata il 9 giugno.

7 giugno - l'Unione Europea apre la procedura sul deficit contro l'Italia

13 giugno - al referendum per la legge 40 non si raggiunge il quorum.

20 giugno – Napoli, in circa 200 assalgono alcuni agenti di polizia che tentano di effettuare l'arresto di due rapinatori.

7 luglio – Londra, quattro esplosioni avvenute su diversi mezzi pubblici sconvolgono Londra.

13 luglio - la Francia sospende il Trattato di Schengen, in Italia le perquisizioni anti-terrorismo portano a 174 fermi.

15 luglio – Barcellona, esplode una bomba contro concessionario d'auto italiano e due giorni dopo a Londra viene identificato il corpo di Benedetta Ciaccia, l'italiana morta nell'attentato del 7 luglio. In Afghanistan viene arrestato uno dei presunti rapitori di Clementina Cantoni, a Islamabad sono uccisi 17 militanti islamici di origine straniera, mentre in Iraq le Brigate al-Masri minacciano gli occupanti dando un ultimatum di un mese. In questa situazione il Governo riduce del 15% gli uomini destinati alle scorte per fronteggiare il terrorismo.

18 luglio - secondo una sentenza del giudice Luigi Cerqua l'attentato di Nassiriya è un atto di resistenza.

24 luglio - dopo l'incidente diplomatico fra Regno Unito e Brasile per l'uccisione per errore dell'elettricista creduto un terrorista, Scotland Yard conferma l'ordine di uccidere i sospetti.

26 luglio - un decreto del Governo attribuisce poteri di polizia all'esercito contro il terrorismo

2 settembre – viene approvata dal Consiglio dei ministri la riforma della Banca d'Italia.

20 settembre - il Dipartimento di Giustizia americano risponde alla Corte texana che papa Benedetto XVI ha l'immunità diplomatica in quanto capo di Stato, e quindi non può essere processato per il reato di ostruzione alla giustizia, nel processo contro il seminarista colombiano Juan Carlos Patino-Arango, accusato di abusi sessuali su minori.

30 settembre - vengono pubblicate le caricature di Maometto sul quotidiano danese Jyllands-Posten

19 dicembre - si dimette il governatore della Banca d'Italia Antonio Fazio.

21 dicembre - viene pubblicata la nuova legge elettorale che il suo stesso autore, il leghista Calderoli, definisce una “porcata”. La legge è tuttora in vigore.

 

2006

1 gennaio - la Procura della Repubblica di Milano recupera a questa data 300 milioni di euro dalle inchieste su Unipol e Banca Popolare Italiana, quattro volte la somma sequestrata con Tangentopoli.

2 gennaio - Abn Amro raggiunge la maggioranza nella Banca Antonveneta e il pg di Roma, Achille Toro, e Giovanni Consorte sono indagati a Perugia per rivelazione di segreto d'ufficio.

3 gennaio - Saddam Hussein dichiara di preferire la pena di morte per fucilazione. Sempre il 3 gennaio Il Giornale pubblica delle intercettazioni telefoniche fra Piero Fassino e Giovanni Consorte.

4 gennaio - Consorte, Sacchetti ed Gnutti sono indagati per associazione a delinquere.

5 gennaio - la Guardia di Finanza cerca in Svizzera, Liechtenstein e Principato di Monaco conti esteri di politici. Per Antonio Di Pietro sarebbero indagati anche Ds. che ricevono la solidarietà di Romano Prodi. Sempre il 5, a San Cesareo, una pensionata denuncia Silvio Berlusconi perché non le ha concesso l'aumento della pensione a 512 €.

12 gennaio - la Camera dei deputati boccia amnistia ed indulto. In relazione al caso Unipol Silvio Berlusconi si reca in Procura a Roma e fa i nomi dei Ds che avrebbero contattato le Generali per vendere le loro quote nella Banca Nazionale del Lavoro. Vengono fatti anche i nomi di Prodi, Rutelli e Veltroni. Antonio Fazio avrebbe fatto pressioni sulle Generali per non vendere la propria quota in Bnl al Banco di Bilbao. Berlusconi cita come propria fonte Tarak Ben Ammar..

13 gennaio - Berlusconi afferma che i DS hanno colpe politiche sebbene non abbiano commesso reati. Il presidente delle Generali, smentisce di aver ricevuto pressioni.

14 gennaio - Berlusconi insiste: "Non ho mentito, il caso ds non è chiuso". Una parte della Casa delle Libertà si dissocia dalla sua iniziativa di testimoniare in Procura. Intanto sono 100000 a partecipare alle manifestazioni su Pacs e aborto

15 gennaio - il direttore di Rai 1 Fabrizio Del Noce pone il veto alla partecipazione a Domenica In di Flavia Prodi.

17 gennaio - a Milano la protesta dei metalmeccanici per il contratto blocca la città e a Strasburgo il generale Silvio Mazzaroli guida una manifestazione di esuli istriani che richiedono la restituzione dei loro beni. A Vibo Valentia una bulgara è arrestata per aver tentato di vendere la figlia di tre mesi ad un meccanico per un permesso di soggiorno.

17 gennaio - Berlusconi parla di conflitto d'interessi fra coop e Ds. Nell'inchiesta Bpi Fiorani fa i nomi di parlamentari che avrebbero ricevuto soldi; sono tre di Forza Italia, uno dell'Udc e tre della Lega Nord.

18 gennaio - sul caso Unipol Ben Ammar nega di aver parlato di pressioni dei Ds, ma conferma gli incontri di Consorte con i leader dell'opposizione. Intanto, Ciampi chiede il rispetto della par condicio in relazione alle frequenti presenze in tv e radio di Berlusconi. Il giorno dopo Forza Italia annuncia un dossier sul sistema di potere delle cooperative.

19 gennaio - il ministro della difesa Martino annuncia il ritiro delle truppe dall'Iraq entro il 2006.

21 gennaio - Berlusconi accusa Prodi di aver approfittato nel 1989 di una amnistia ad personam per uscire dall'abuso d'ufficio ipotizzato nella vicenda Sme. Prodi risponde: "Le bugie hanno le gambe corte e non possono mettere i rialzi".

22 gennaio - Bolivia: Evo Morales, eletto con oltre il 53% dei voti, diventa il primo Presidente indio.

25 gennaio – è approvata alle camere la legge per la legittima difesa a mano armata, proposta dalla Lega Nord.

8 febbraio - diventa legge la normativa antidroga promossa da Gianfranco Fini.

12 febbraio – ad Ancona Berlusconi dichiara: “Su Napoleone ovviamente scherzavo: io sono il Gesù Cristo della politica, una vittima, paziente, sopporto tutto, mi sacrifico per tutti”.

10 marzo - sospettato di aver ordinato delle intercettazioni ambientali nei confronti degli avversari politici durante la campagna elettorale per le elezioni regionali 2005, Francesco Storace si dimette da ministro della Salute.

18 marzo – Francia, rivolte e occupazioni degli studenti per protestare contro il contratto di lavoro giovanile.

4 aprile - Montezemolo dichiara di non avere più voglia di andare avanti in Assindustria e rassegna le dimissioni.

11 aprile - viene arrestato il boss siciliano Bernardo Provenzano, e alle elezioni è sconfitta la maggioranza.

18 aprile - viene arrestato a Roma l'imprenditore Stefano Ricucci.

10 maggio - Giorgio Napolitano è eletto 11° Presidente della Repubblica Italiana. Una settimana dopo viene varato il Governo Prodi che due giorni dopo ottiene la fiducia con il voto di favorevole di tutti i senatori a vita.

16 giugno - viene arrestato per corruzione, associazione a delinquere e sfruttamento della prostituzione Vittorio Emanuele di Savoia.

25 e 26 giugno - gli italiani respingono il premierato, la devolution ed il Senato federale della Repubblica.

29 giugno - Una sentenza della Corte Suprema degli Stati Uniti stabilisce la violazione della Convenzione di Ginevra e del Codice di Giustizia Militare statunitense nel campo di prigionia statunitense nella Baia di Guantanamo

15 settembre - polemiche del mondo musulmano al discorso pronunciato da Benedetto XVI all'Università di Ratisbona.

5 novembre - il tribunale iracheno condanna a morte per impiccagione Saddam Hussein.

2 dicembre - le Forze armate italiane lasciano l'Iraq.

26 dicembre - confermata la condanna a morte a Saddam Hussein. La condanna viene eseguita il 30

 

2007

1 gennaio - l'Italia entra a far parte, come membro non permanente, del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite.

10 gennaio - anche la strage di Ustica non ha colpevoli.

31 gennaio - chiude la televisione gay.tv, unico media omosessuale italiano, in onda su satellite.

6 febbraio – a Monza ad un comizio Berlusconi dichiara “I gay stanno tutti dall'altra parte”.

8 febbraio - il Consiglio dei Ministri delibera un disegno di legge per l'istituzione dei DICO, forma edulcorata dei PACS francesi ed inglesi. Non se ne farà niente.

12 febbraio - il Presidente della Croazia Stjepan Mesić accusa il Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano di revanscismo e razzismo, circa le sue dichiarazione sulle foibe.

17 febbraio – Vicenza, sfilavano in 200.000 contro l'allargamento di una base NATO al posto dell'Aeroporto Dal Molin.

21 febbraio - dopo una bocciatura al Senato in materia di politica estera, Prodi rassegna le sue dimissioni al Quirinale. Dopo due giorni Napolitano respinge le dimissioni rimandando il Governo al Parlamento per la fiducia.

27 febbraio - il mercato azionario affonda dopo i dati sulla crescita sotto le aspettative di Cina e Europa.

12 aprile - sommossa di immigrati cinesi in via Paolo Sarpi a Milano. La comunità cinese accusa una pattuglia di vigili urbani di aver malmenato una donna con un bambino, dopo averle contestato una multa per parcheggio in doppia fila.

12 maggio – Roma, in piazza di Porta San Giovanni c'é il Family Day

16 giugno - si tiene a Roma il Gay Pride.

Luglio - il Forum dei Movimenti per l'Acqua presenta 423.000 firme su una legge di iniziativa popolare.

3 agosto - si ha notizia di un'indagine della procura di Terni per presunti abusi sessuali di don Pierino Gelmini.

6 settembre - Regno unito, l'autorità britannica per la fertilizzazione e l'embriologia (Hfea) dà via libera all'utilizzo di embrioni chimera, che contengono materiale genetico sia animale che umano.

16 settembre – a Venezia, nell'annuale raduno della Lega Nord Umberto Bossi lancia il progetto della rivolta fiscale.

12 ottobre - decine di migliaia di studenti scendono in piazza per manifestare contro la riforma Fioroni.

14 ottobre - con le elezioni primarie e più di tre milioni di votanti nasce il Partito Democratico (PD).

19 ottobre - Roma, l'acqua della celebre fontana di Trevi diventa rossa ad opera di un dimostrante futurista.

20 ottobre – Roma, grande manifestazione della sinistra contro il precariato. Nello stesso giorno il procuratore generale avoca a se l'inchiesta "Why Not" del magistrato di Catanzaro Luigi De Magistris sull'uso dei finanziamenti pubblici in Calabria, che coinvolge anche il ministro della giustizia Clemente Mastella e il Presidente del Consiglio Romano Prodi.

22 ottobre - la Confesercenti in un rapporto presenta la mafia come la massima azienda nazionale per fatturato.

17 novembre - a Genova si manifesta per chiedere verità e giustizia sui fatti del G8 di Genova nel 2001.

19 novembre – Berlusconi, dal predellino dell'auto annuncia la fine di Forza Italia e la nascita di un nuovo partito.

14 dicembre - la conferenza sul clima di Bali si chiude con l'annuncio di una "road map".

18 dicembre - l'Assemblea Generale dell'ONU approva la moratoria universale della pena di morte proposta dall'Italia.

 

2008

8 gennaio – per l'emergenza rifiuti in Campania il governo nomina Giovanni De Gennaro come commissario liquidatore e decide l'invio dell'Esercito Italiano nella regione.

15 gennaio – per l'opposizione di 67 docenti e di una parte degli studenti Benedetto XVI rinuncia a tenere la Lactio magistralis all'inaugurazione dell'anno accademico all'università di Roma La Sapienza.

16 gennaio - Clemente Mastella si dimette dopo che la moglie è stata arrestata per tentata concussione. Cinque giorni dopo annuncia il ritiro del suo partito dalla maggioranza. Il 24 gennaio il Senato nega la fiducia al governo Prodi.

26 gennaio - il presidente della Regione Siciliana, Salvatore Cuffaro, si dimette dopo la condanna a 5 anni per favoreggiamento nei confronti di imputati in processi per mafia.

6 febbraio - Napolitano decreta lo scioglimento delle camere.

8 febbraio - Berlusconi e Fini rinunciano ai simboli di Forza Italia e Alleanza Nazionale.

10 febbraio - Walter Veltroni apre la campagna elettorale del Partito Democratico con il "Discorso per l'Italia".

9 marzo - Romano Prodi annuncia il suo abbandono della politica italiana.

2 aprile - il negoziatore Jean-Cyril Spinetta interrompe le trattative per l'acquisto di Alitalia da parte di Air France.

14 aprile - alle elezioni politiche in Italia vince la coalizione tra il Popolo della Libertà e la Lega Nord

28 aprile - Gianni Alemanno è eletto sindaco di Roma contro il candidato del PD Francesco Rutelli.

7 maggio - Silvio Berlusconi accetta l'incarico e presenta la nuova squadra di governo.

14 maggio – Napoli, dei teppisti incendiano un campo nomadi a Ponticelli..

18 maggio - dichiarazioni di ministri spagnoli riguardanti xenofobia e politiche migratorie in Italia.

12 giugno,- Irlanda, vincono i "no" nel referendum per la ratifica del Trattato di Lisbona.

24 luglio - varato il “pacchetto sicurezza” che introduce il reato di clandestinità e autorizza l'organizzazione delle ronde.

15 settembre – fallisce la banca Lehman Brothers e provoca un'ondata di ribassi nelle borse di tutto il mondo.

26 settembre - viene dichiarato il fallimento della banca statunitense Washington Mutual

6 ottobre - la crisi delle borse brucia 450 miliardi di euro con perdite delle borse europee che vanno da -7% a - 9%

8 ottobre - per tentare di arginare la crisi finanziaria, le Banche Centrali tagliano i tassi d'interesse.

17 ottobre – iniziano le proteste nelle università e nelle scuole di tutta Italia contro il Decreto Gelmini e la legge 133.

5 novembre - Barack Obama è eletto Presidente. All'ambasciata U.S.A., a Roma, nel tradizionale ricevimento si nota l'assenza del Primo Ministro italiano Silvio Berlusconi. Si scoprirà che è stato trattenuto a palazzo Grazioli da un altro importante impegno, con la escort barese Patrizia D'Addario.

13 novembre - la Corte di Cassazione italiana autorizza la sospensione degli alimenti a Eluana Englaro.

15 novembre - riunione del G20 a Washington per tentare di arginare la crisi economica mondiale.

17 dicembre – a Napoli sono arrestati due assessori, coinvolti anche Bocchino del Pdl e Lusetti del PD.

 

2009

7 febbraio - il Governo Berlusconi IV emana un decreto legge per bloccare la sospensione dell'alimentazione forzata di Eluana Englaro, non firmato dal Presidente della Repubblica perché ritenuto in contrasto con la prassi costituzionale.

17 febbraio - Condannato a 4 anni e 6 mesi l'avvocato inglese David Mills per corruzione in atti giudiziari.

24 febbraio - Berlusconi sigla con Sarkozy un accordo per la costruzione in Italiadi quattro centrali nucleari.

17 – 23 marzo - primo viaggio apostolico di Benedetto XVI in Africa. Scoppiano polemiche internazionali contro il Papa per le sue dichiarazioni contro i preservativi.

27 marzo - primo congresso e fondazione ufficialmente del Popolo della Libertà

6 aprile – una scossa di terremoto in Provincia dell'Aquila alle 3:32 causa 308 vittime, 1500 feriti, 65000 sfollati e il crollo di molti edifici. Francesco De Vito Piscicelli riceve una telefonata da suo cognato Gagliardi. Piscicelli: “Sì?”. Gagliardi:”...oh ma alla Ferratella occupati di sta roba del terremoto perché qui bisogna partire in quarta subito...non è che c'è un terremoto al giorno”. Piscicelli:.”No...lo so (ride)” Gagliardi: “...così per dire per carità...poveracci” Piscicelli:”..va buò ciao” Gagliardi: “...o no?” Piscicelli: “...eh certo...io ridevo stamattina alle 3 e mezzo dentro il letto” Gagliardi:”...io pure...va buò...ciao». Queste sono le intercettazioni che si vuole impedire vengano fatte.

23 aprile - il CdM sceglie L'Aquila come nuova sede del G8

30 aprile - Barack Obama annuncia l'accordo tra la Fiat di Sergio Marchionne e Chrysler.

7 maggio - per la prima volta l'Italia rispedisce direttamente in Africa una nave di migranti, senza indagare su eventuali diritti di asilo; critiche dell'ONU, che dichiara l'atto contrario alla Convenzione di Ginevra.

21 giugno - resta lontano il quorum per i tre referendum sulla legge elettorale.

'8 - 10 luglio - si svolge il summit del G8 a L'Aquila.

7 ottobre - il Lodo Alfano è dichiarato incostituzionale, per violazione degli articoli 3 e 138 della Costituzione.

25 ottobre - si svolgono le elezioni primarie nel Partito Democratico: Bersani ottiene la maggioranza assoluta.

10 novembre - si scoprono collusioni tra camorra e politica a Casal di Principe, viene chiesto l'arresto alla Camera dei deputati per il parlamentare PdL Nicola Cosentino.

7 dicembre – Copenaghen, si riuniscono i presidenti per la decidere un taglio di emissioni Cop15

10 dicembre - Berlusconi, viene aggredito in seguito ad un comizio tenutosi in Piazza del Duomo a Milano.

24 dicembre - il papa viene aggredito nella Basilica di San Pietro durante la celebrazione della messa di Natale.

 

2010

3 gennaio - la 'Ndrangheta fa esplodere un ordigno a Reggio Calabria davanti alla Procura della Repubblica.

Febbraio - nel disegno di legge per la riorganizzazione della Protezione Civile il governo prevede la costituzione di una società per azioni. gli scandali della gestione Bertolaso e le vicende de L'Aquila fanno accantonare la questione.

23 febbraio - degli ignoti sversano milioni di litri di idrocarburi nel fiume Lambro.

9 maggio - la commissione Ecofin decide la creazione di un fondo di 500 miliardi di euro, a cui si sommerebbero circa 200 miliardi dall'FMI, per evitare che la crisi economica della Grecia si estenda ad altri paesi adottanti l'euro.

22 giugno – Pomigliano, si svolge il referendum tra i lavoratori FIAT sulla “fabbrica Italia” voluta dall'a.d. Marchionne: la condizione perché l'azienda non porti le produzioni in Serbia è che sia la Serbia ad arrivare a Pomigliano. Nonostante il ricatto della chiusura la risposta operaia è fredda e Fiat, governo, confindustria, CISL e UIL studiano nuove strategie.

1 luglio - manifestazione a Roma contro la legge bavaglio.

2 luglio - escono sulla stampa le “perplessità” del Presidente Napolitano sul disegno di legge sulle intercettazioni.

19 luglio - vengono consegnate in Cassazione oltre 4.200.000 firme su tre quesiti referendari sull'acqua.

29 luglio - tra le libertà incluse nel Popolo delle Libertà non è ricompresa quella di dissentire dal volere del capo e il Presidente della Camera dei Deputati e cofondatore del partito, Gianfranco Fini, di fatto espulso, dà vita a Futuro e Libertà seguito da 33 deputati e dieci senatori.

 

dalla parte ...

 

di Salman Rushidie condannato a morte da Khomeini (14/02/1989)

dei morti per strage a piazza Fontana, senza colpevoli al terzo processo (20/02/1989)

dei morti per la strage sul Rapido 904 che rimarrà senza colpevoli (25/02/1989)

dei morti per strage a Piazza della Loggia senza colpevoli al processo di appello (10/03/1989)

degli studenti cinesi in piazza Tienanmen (18/04/1989)

del giudice Giovanni Falcone, oggetto di un fallito attentato dinamitardo (22/06/1989)

dei lavoratori africani, assunti per la raccolta dei pomodori e aggrediti a Villa Literno (24/08/1989)

di Jerry Masslo ammazzato a Villa Literno (24/08/1989)

di Nicolae Ceauşescu e di sua moglie Elena, ammazzati in Romania (25/12/1989)

di Enrico De Pedis, il boss della Banda della Magliana, ucciso a colpi d'arma da fuoco (02/02/1990)

dei kuwaitiani morti a causa dell'invasione irachena (2/08/1090)

del giudice Rosario Livatino ammazzato dalla mafia (21/09/1990)

dei morti di ogni parte a seguito dell'inizio dell'attacco alleato all'Iraq (17/01/1991)

dell'israeliano morto per i 37 missili Scud lanciati dall'Iraq su Israele (18/01/1991)

dei 15.000 profughi albanesi sbarcati in Puglia (7/02/1991)

dei 12.000 profughi albanesi sbarcati a Bari col mercantile Vlora (6/08/1991)

dei 700 profughi albanesi rinchiusi nello stadio della Vittoria (6/08/1991)

di Libero Grassi, ammazzato dalla mafia (29/08/1991)

di Silvio Lima, ammazzato dalla mafia (12/03/1992)

del giudice Giovanni Falcone, di sua moglie e di tre agenti di scorta ammazzati a Capaci (23/05/1992)

del giudice Paolo Borsellino e della sua scorta ammazzati a Palermo in via D'Amelio (19/07/1992)

dei lavoratori italiani derubati della “scala mobile” (31/07/1992)

di Sergio Moroni, deputato coinvolto nell'inchiesta "Mani pulite", suicida in carcere (2/09/1992)

di Vincenzo Balzamo, segretario amministrativo del PSI morto d'infarto (2/11/1992)

del magistrato Domenico Signorino, suicida per l'accusa di collusione con la mafia (3/12/1992)

di Sergio Castellari, coinvolto nel processo ENIMONT, trovato cadavere a Sacrofano (25/02/1993)

di Roberto Maranzano ammazzato nella comunità di San Patrigano (8/03/1993)

dei cinque morti a Firenze in via dei Gergofili (27/05/1993)

dei prigionieri somali maltrattati dai soldati italiani (15/06/1993)

di Gabriele Cagliari, suicida a San Vittore dopo 133 giorni di carcere (20/7/1993)

di Raul Gardini, presidente della Montedison, suicida nella sua casa di Milano (23/7/1993)

del poliziotto, dei tre vigili del fuoco e del marocchino morti per una bomba a Milano (23/07/1993)

di don Pino Puglisi ammazzato dalla mafia a Palermo (15/07/1993)

dei 16500 operai considerati in esubero dalla FIAT (21/02/1994)

di don Giuseppe Diana ammazzato dalla camorra a Casal di Principe (19/03/1994)

di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin uccisi a Mogadiscio (20/03/1994)

dei 7000 bosniaci musulmani deportati e trucidati dai militari serbobosniaci a Srebrenica (11/07/1995)

di Yitzhak Rabin, assassinato da un estremista di destra contrario al processo di pace (4/11/1995)

dei 283 clandestini affogati nella notte a sud di Portopalo, a largo di Capo Passero (25/12/1996)

dei 58 annegati nel Canale d'Otranto per la collisione con una corvetta italiana (28/03/1997)

dei venti morti causati da un aereo militare USA sulla funivia del Cermis (3/02/1998)

di Karla Faye Tucker, prima donna giustiziata negli USA dal 1984 (3/02/1998)

dei 45 civili kosovaro-albanesi uccisi dalle forze jugoslave a Racak (15/01/1999)

degli jugoslavi vittime dei bombardamenti NATO (24/03/1999)

di Massimo D'Antona, assassinato dalle Brigate Rosse (20/05/1999)

di Indro Montanelli minacciato di morte (25/03/2001)

dei 23 ammazzati dal missile statunitense caduto su un campo di calcio nell'Iraq (19/06/2001)

di Carlo Giuliani ammazzato a Genova nelle manifestazioni contro il G8 (20/07/2001)

dei fermati, torturati nella caserma Bolzaneto di Genova (20/07/2001)

dei massacrati di botte alla scuola Diaz di Genova (21/07/2001)

di Ahmad Shah Massoud, "il leone del Panshir", ucciso in un attentato (9/09/2001)

dei morti delle torri gemelle e del Pentagono (11/09/2001)

dei morti in Afganistan a seguito dell'inizio dell'operazione “Libertà duratura” (7/10/2001)

della giornalista Maria Grazia Cutuli uccisa sulla strada da Jalalabad a Kabul (19/11/2001)

dei 500 prigionieri nella fortezza di Qala-i Jangi in Afganistan, ribellatisi e uccisi (25/11/2001)

dei prigionieri che cominciano ad arrivare nella base di Guantanamo (11/01/2002)

di Danile Pearl, giornalista americano rapito e assassinato in Pakistan (23/01/2002)

degli oltre 50 morti in un naufragio di una nave di clandestini al largo di Lampedusa (7/03/2002)

di Raffaele Ciriello, fotografo, ammazzato da un carro armato israeliano a Ramallah (13/03/2002)

dell'arcivescovo Isaias Duarte, ammazzato davanti alla chiesa a Calì in Colombia (16/03/2002)

di Marco Biagi, assassinato dalle Brigate Rosse (19/03/2002)

dei 28 uccisi da un terrorista che si fa esplodere a Netanya in Israele (27/03/2002)

dei 2050 palestinesi e dei 680 israeliani morti per l'operazione “Muraglia di difesa” (28/03/2002)

dei 19 morti nell'attentato vicino alla sinagoga di Djerba in Tunisia (11/04/2002)

dei 118 soldati russi morti nell'abbattimento di un elicottero per mano dei ceceni (19/08/2002)

di Amina Lawal, condannata alla lapidazione per adulterio (19/08/2002)

dei 190 morti nell'attentato di Bali (12/10/2002)

dei 129 ostaggi e dei 41 guerriglieri ceceni ammazzati nel teatro Dubrovka di Mosca (23/10/2002)

dei 27 bambini morti a San Giuliano di Puglia per terremoto ed edilizia scolastica (31710/2002)

di Hachem Aghajari condannato a morte per aver discusso i dogmi dell' Islam (6/11/2002)

dei 215 morti negli scontri in Nigeria per un articolo su Miss Mondo giudicato blasfemo (20/11/2002)

dei 16 morti in un attentato suicida a Mombasa, in Kenia (28/11/2002)

del poliziotto Emanuele Petri e del brigatista Mario Galesi morti sul treno Roma-Firenze (2/03/2003)

dei morti ammazzati per l'inizio della seconda guerra del golfo (20/03/2003)

di Giuseppe Leotta, suicida, e delle 5 persone che uccide perché non trova un lavoro (2/05/2003)

dei 12 annegati e dei 197 dispersi nel naufragio di una nave diretta a Lampedusa (20/06/2003)

di David Kelly, lo scienziato della controversia sulle armi dell'Iraq, trovato morto (18/07/2003)

di Uday e Qusay, i due figli maggiori di Saddam Hussein, uccisi a Mossul (22/07/2003)

dei 70 migranti affogati nel naufragio di un barcone al largo di Lampedusa (19/10/2003)

dei 19 morti nell'attentato suicida di Nassiriya (12/11/2003)

delle 191 vittime e degli oltre 1000 feriti negli attentati ai treni di Madrid (11/03/2004)

di Fabrizio Quattrocchi, contractor italiano ammazzato in Iraq (15/04/2004)

dei prigionieri torturati ed umiliati nella prigione di Abu Ghraib in Iraq (28/04/2004)

di Nick Berg, cittadino americano decapitato in Iraq (12/05/2004)

delle 50.000 vittime nel Darfur (11/08/2004)

di Enzo Baldoni, giornalista ucciso in Iraq (26/08/2004)

dei 330 morti, di cui 186 bambini, nella scuola di Beslan, in Ossezia (3/09/2004)

dei primi 1000 soldati USA morti in Iraq (7/09/2004)

di Theo van Gogh, ucciso per il suo film sulla violenza sulle donne nel mondo islamico (2/11/2004)

di Nicola Callipari, che ha liberato Giuliana Sgrena, ucciso a Baghdad da "fuoco amico" (4/03/2005)

dei 55 morti e dei 700 feriti negli attentati ai mezzi pubblici di Londra (7/07/2005)

dei quattro morti in Israele, a Netanya in un attentato suicida in un centro commerciale (12/07/2005)

dei due agenti di scorta morti nell'attentato che a Berirut ferisce il ministro della Difesa (12/07/2005)

dei 76 morti a Turbi, in Kenia, negli scontri per il controllo dell'acqua (14/07/2005)

di Benedetta Ciaccia, identificata tra i morti dell'attentato di Londra (17/07/2005)

dei 17 militanti islamici uccisi a Islamabad (17/07/2005)

dell'elettricista brasiliano ucciso per errore dalla polizia di Londra (22/07/2005)

dei 90 morti nell'attentato di Sharm el-Sheikh, in Egitto (23/07/2005)

di Francesco Fortugno, vicepresidente della Calabria, ammazzato dalla 'Ndrangheta (16/10/2005)

di Zyed Benna di 17 anni e di Bouna Traoré di 15, morti a Clichy-sous-Bois, in Francia fulminati all'interno di una cabina elettrica dove si erano nascosti per fuggire dalla polizia (27/10/2005)

dei 1000 giustiziati negli USA dal 1976, anno in cui la pena di morte è stata reintrodotta (1/12/2005)

dei 18 civili uccisi dal bombardamento USA del villaggio di Damadola in Pakistan (14/01/2006)

dei due alpini morti a Kabul in un attentato (5/05/2006)

dei detenuti nella prigione di Guantanamo in violazione della Convenzione di Ginevra e del Codice di Giustizia Militare statunitense (sentenza della Corte Suprema degli Stati Uniti) (29/06/2006)

dei 10 morti affogati nell'affondamento di un barcone a Lampedusa (19/08/2006)

di Renato Biagetti ucciso con 8 coltellate all'uscita di una festa reggae a Focene (27/08/2006)

di Saddam Hussein, impiccato (30/12/2006)

delle vittime della strage di Ustica, dopo 27 anni senza colpevoli (10/01/2007)

di Ermanno Licursi, morto tentando di sedare una rissa in una partita di terza categoria (27/01/2007)

dell'ispettore di Polizia Filippo Raciti ucciso nel derby Catania-Palermo (2/02/2007)

dei 17 morti trucidati in Iraq dai mercenari della ditta americana Blackwater (16/09/2007)

dei nove morti nell'operazione di liberazione di due agenti del Sismi in Afganistan (25/09/2007)

di Giovanna Reggiani, aggredita e uccisa a Roma (1/11/2007)

di Gabriele Sandri, tifoso laziale, ammazzato con un colpo di pistola da un poliziotto (11/11/2007)

del maresciallo capo Daniele Paladini e dei civili afgani uccisi a Pagman, vicino Kabul (23/11/2007)

dei sette operai morti ustionati alle acciaierie ThyssenKrupp di Torino (6/12/2007)

di Benazir Bhutto, uccisa a Rawalpindi in Pakistan (27/12/2007)

dei 20 morti causati dall'incursione israeliana nella striscia di Gaza (14/01/2008)

dei sette morti causati dall'incursione israeliana che colpisce anche una scuola (7/02/2008)

dei dodici morti, tra cui quattro bambini, causati dal un'incursione israeliana (28/02/2008)

dei sessanta morti nella striscia di Gaza provocati dai bombardamenti israeliani (1/03/2008)

dei cinque operai di Molfetta ammazzati dalle esalazioni in una cisterna (3/03/2008)

dei monaci buddisti ammazzati a Lhasa dall'esercito cinese (14/03/2008)

dei 4000 soldati USA morti in Iraq e delle vittime civili irachene, forse un milione (24/03/2008)

dei testimomi contro Ramush Haradinaj, uccisi o morti in circostanze misteriose (3/04/2008)

dei morti in Egitto nella rivolta per il prezzo del pane (8/04/2008)

dei settanta morti in attentati suicidi in Iraq (15/04/2008)

di Fadil Shana, cameraman della Reuters e dei 12 civili uccisi da un raid israeliano (16/04/2008)

dei 12 morti in Sudafrica negli attacchi xenofobi contro immigrati da altri paesi africani (18/05/2008)

dei morti per l'invasione georgiana dell'Ossezia del Sud e per l'intervento russo (8/08/2008)

dei sei immigrati e dell'italiano trucidati per mano della camorra a Castelvolturno (18/11/2008)

del quindicenne ammazzato dalla polizia greca ad Atene negli scontri con gli studenti (6/12/2008)

delle 390 vittime dei raid israeliani su Gaza (27/12/2008)

delle vittime nella scuola ONU di Gaza uccise dai raid israeliani (4/01/2009)

di Eluana Englaro, libera di morire (9/02/2009)

dei 200 immigrati provenienti dalla Libia e dispersi nel Mediterraneo (23/03/2009)

della tredicenne uccisa per errore dai soldati italiani in Afghanistan (3/05/2009)

dei 100 morti civili causati dal raid USA nella provincia di Farah, in Afghanistan (6/05/2009)

dei migranti per la prima volta respinti in mare dalla marina italiana (7/05/2009)

dei 32 morti a Viareggio per la privatizzazione delle ferrovie (29/06/2009)

dei 156 morti per gli scontri etnici tra han, uiguri e polizia nel Xinjiang (6/07/2009)

dei sette cristiani bruciati vivi in Pakistan (1/08/2009)

dei tre morti per la sparatoria in un centro di giovani gay di Tel Aviv (1/08/2009)

delle decine di vittime negli attentati in Afghanistan contro le elezioni (20/08/2009)

dei 73 migranti affogati nel Canale di Sicilia (21/08/2009)

dei 54 morti in un bombardamento della Nato contro i talebani (4/09/2009)

dei 10 civili e dei sei paracadutisti italiani morti in un attentato a Kabul (17/09/2009)

degli 80 morti in un raid governativo contro i ribelli islamici in Yemen (17/09/2009)

dei 155 morti in un attentato a Baghdad (25/10/2009)

dei 22 morti nell'attentato sul treno Mosca-San Pietroburgo (27/11/2009)

delle 95 vittime in Pakistan nell'attentato ad una partita di pallavolo (1/01/2010)

dei nove cristiani ammazzati in Egitto (7/01/2010)

dei quattro morti sul bus della nazionale di calcio del Togo assalito dai terroristi (8/01/2010)

dei 36 morti in un attentato a Baghdad (25/01/2010)

dei 17 morti in un attentato a Baghdad (26/01/2010)

dei 40 morti nell'attentato alla metropolitana di Mosca (29/03/2010)

degli 8 pacifisti ammazzati dagli israeliani in acque internazionali (31/05/2010)

dei morti negli scontri etnici tra chirghisi e usbechi in Kirghizistan (9/06/2010)

di tutte le vittime dimenticate e che ho dimenticato

di tutte le vittime innocenti e di tutte le vittime colpevoli

perché il carnefice è il peggiore degli assassini.

 

Copyright © All Rights Reserved